hcs

Hcs. Giovedì presidio dei lavoratori al Pincio

12 marzo 2013
Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa di CGIL CISL UIL USB UGL Civitavecchia, confederali e delle categorie sulla questione Hcs.
“Coerentemente con le decisioni assunte dalle OO.SS. e dai lavoratori delle municipalizzate di Civitavecchia, nell’assemblea del 8 marzo u.s., viene promosso un primo presidio di lavoratori e cittadini per giovedì 14 marzo, dalle ore 15 alle 18, davanti il Palazzo del Comune. In questi giorni, un volantino sarà distribuito in città al fine di chiamare lavoratori e cittadini ad essere protagonisti di una battaglia comune, finalizzata ad impedire una privatizzazione dei servizi locali che impatterebbe negativamente sull’occupazione, le tariffe e la qualità dei servizi.
Relativamente all’episodio di teppismo di domenica notte, quando qualche delinquente ha fatto irruzione e danneggiato la stanza del Sindaco, le scriventi OO.SS. nell’esprimere solidarietà nei confronti di Pietro Tidei e dell’intera amministrazione comunale, condannano – senza se e senza ma – ogni atto di violenza, di barbarie e di intimidazione. Ritengono, altresì, sbagliate le dichiarazioni del Sindaco con le quali si indica la possibile pista per l’identificazione dei responsabili nell’ambito di Città Pulita. Al di là delle intenzioni si rischia di proseguire in un percorso di “criminalizzazione” di tutti i lavoratori che come Sindacati non possiamo tollerare.
Gli autori di questo ignobile atto sono estranei alla cultura del Sindacato e del mondo del lavoro.
Le azioni di mobilitazione delle OO.SS. e dei lavoratori, a partire dal presidio di giovedì prossimo, malgrado il clima teso, si svolgeranno – come sempre – democraticamente e nel rispetto delle regole”.

Commenti

commenti