orchestra giovanile massimo freccia

Grande performance dell’Orchestra giovanile Massimo Freccia

18 Settembre 2017
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Ancora una grande performance musicale dell’Orchestra giovanile Massimo Freccia al castello di Santa Severa grazie all’impegno sinergico della Regione Lazio, di LAZIOCrea, del Comune di Santa Marinella, di Coopculture e naturalmente dell’Associazione Massimo Freccia. Il concerto diretto dal Maestro Massimo Bacci ha proposto al pubblico, accorso numeroso, due incredibili ore di uno straordinario spettacolo musicale durante il quale si sono esibiti i giovanissimi dell’Orchestra Massimo Freccia JUNIOR insieme ai più esperti, ma pur sempre giovani, dell’Orchestra giovanile. Oltre cento musicisti si sono in questo modo esibiti nella cornice davvero unica del Cortile delle Barrozze con brani di Vivaldi ai quali ha fatto seguito il Canon di Pachelbel che ha messo in luce il talento e la preparazione di questi piccoli/grandi musicisti dai 6 agli 11 anni. Il programma del concerto ha poi proposto un autore non particolarmente noto al grande pubblico, Francesco Manfredini, ma molto suggestivo, durante il quale i due trombini solisti, Santino Torre e Alessandro Fumarola, hanno potuto esprimere la loro straordinaria bravura. Il direttore ha poi lanciato l’orchestra in tre opere più che spettacolari: il “Nabucco” di Verdi, la “Notte sul Monte Calvo” di Mussorgsky e la monumentale Nona sinfonia “Dal Nuovo Mondo” di Dvorak. Grande l’emozione e lo stupore per l’incredibile livello artistico raggiunto da questa orchestra che sempre di più rappresenta l’eccellenza di questo territorio. “E’ stata un’occasione straordinaria per questi ragazzi” ha affermato il M° Bacci alla fine del Concerto “hanno avuto la possibilità di esprimersi in questo contesto che rappresenta la storia del nostro territorio grazie alla collaborazione di tutti gli operatori culturali e di tutte le istituzioni territoriali, ma anche grazie al lavoro dei grandi musicisti che donano la loro professionalità gratuitamente ad un progetto che sta coinvolgendo decine e decine di giovani. Un plauso particolare alla grande disponibilità dei genitori e, in particolar modo ad Angelo Bella, impagabile tecnico da oltre dieci anni vicinissimo all’orchestra”. L’orchestra giovanile Massimo Freccia è subito chiamata ad un altro importante evento: infatti il Comune di Pistoia, nell’anno di Pistoia Capitale italiana della Cultura 2017, l’ha chiamata ad esibirsi in un Concerto in omaggio proprio al M° Freccia, originario della città toscana, nella cattedrale di San Zeno per ricordare l’illustre concittadino.

 



ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER E GIORNALE ONLINE

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •