associazioni patrimonio culturale

Società Storica Civitavecchiese. Giornata delle Associazioni di Volontariato per il Patrimonio Culturale

22 maggio 2017

La Società Storica Civitavecchiese, con altre associazioni archeologiche del Lazio, è stata invitata il 25 maggio a Roma dalla Sovrintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio per l’Area Metropolitana di Roma a celebrare la  Giornata delle Associazioni di Volontariato per il Patrimonio Culturale, riconoscimento ai sodalizi che lavorano per la salvaguardia del patrimonio archeologico nel Lazio. Tale gradito riconoscimento giunge dopo i due anni di duro lavoro per la ripulitura del sito archeologico di Aquae Tauri restituito alla città dopo decenni di abbandono, iniziativa che prosegue in accordo con il Comune di Civitavecchia, la stessa Sovrintendenza e le Università di Bologna e La Sapienza di Roma che quest’estate porteranno avanti una campagna di scavi nel sito.

Con la Giornata dedicata alle Associazioni di volontariato per il patrimonio culturale la Soprintendenza intende portare a conoscenza del grande pubblico la meritoria attività che da decenni tali associazioni conducono soprattutto nel campo della ricerca e promozione del patrimonio archeologico. Il volontariato in generale ha avuto negli ultimi anni in Italia prestigiosi riconoscimenti ufficiali e vasto è il favore popolare che lo accompagna. Segnatamente, il volontariato culturale ha fatto registrare un innalzamento del livello tecnico-scientifico grazie, soprattutto, ai numerosi giovani titolati e forti di una solida esperienza maturata, in stretta collaborazione con la Soprintendenza, in svariati interventi che vanno dallo scavo, al recupero di opere, a momenti di studio, alle iniziative per la musealizzazione e la valorizzazione. Di qui anche i frequenti rapporti, tramite i Funzionari di zona, con il Ministero, gli Enti territoriali, scuole e Università. Ne emerge un quadro operativo assai vario e articolato che investe un territorio molto diversificato anche nelle problematiche archeologiche e storico-artistiche, dall’Etruria, all’area suburbana maggiormente legata a Roma e ai centri laziali di più antica origine. Tutte queste realtà, suddivise per ambiti topografici, saranno illustrate dagli stessi rappresentanti delle Associazioni, aderenti ad organizzazioni nazionali (come i Gruppi Archeologici d’Italia o l’Archeoclub) o espressione di sensibilità locali, in una serie di contributi che vedranno ulteriore arricchimento in una cospicua serie di poster incentrati su temi specifici.

 

Commenti

commenti