Gianni Bono Chef Slow Food per una cena di gala a Montecitorio

13 marzo 2014

Ieri si è tenuta, presso la Camera dei Deputati, una cena di rappresentanza organizzata a conclusione della conferenza internazionale “Il valore dell’Europa – Crescita, occupazione e diritti: l’Unione europea alla prova”. Lo Chef Gianni Bono, Vice Presidente della FIC Delegazione di Civitavecchia, è stato chiamato, con altri colleghi, a preparare il menù della serata e a coordinare i lavori della Brigata della cucina della Camera dei Deputati in qualità di Chef dell’Alleanza cuochi e presidi Slow Food. “Per la cena a Montecitorio” ha raccontato “abbiamo preparato delle pietanze molto semplici, ispirandoci anche alla tradizione romana e della nostra Regione, ma di grande valore, poiché sono stati utilizzati molti prodotti a Km zero, provenienti dalle campagne e dai produttori laziali. Il menù prevedeva fra le portate principali: crostini di pane con patè di fegato; risotto vialone nano con carciofi romaneschi del Lazio IGP, i cosiddetti “cimaroli” o “mammole”, pecorino romano DOP e mentuccia; “giglietti di Palestrina”, dolce “Presidio Slow Food” molto semplice preparato con farina, uova e zucchero, accompagnato da mele cotte al forno con vino rosso e anice sellato e crema pasticcera. Il secondo piatto, a differenza delle altre portate, non aveva a che fare con la tradizione romana: abbiamo preparato un brasato di manzo, piatto preferito del nostro fondatore e Presidente Slow Food Carlin Petrini, ospite e relatore della conferenza. Anche e soprattutto negli eventi istituzionali del nostro Paese è necessario mettere in rilievo l’importanza del consumo di prodotti a chilometro zero: bisogna tornare a dare il giusto valore al cibo, rispettando chi lo produce, chi lo mangia, l’ambiente e il palato.” Tra gli ospiti della serata Laura Boldrini, Presidente della Camera, il Presidente del Parlamento greco, Evangelos Meimarakis,  il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano con la moglie Clio, il Presidente del Senato Pietro Grasso, il Presidente del Consiglio Matteo Renzi e i nuovi Ministri del Governo.

Commenti

commenti