fazzone

Forza Italia. Ancora attesa per il candidato sindaco

11 marzo 2014

Una affollata riunione alla quale è mancato un solo ingrediente: il candidato sindaco. Tutti si aspettavano infatti che dall’incontro di sabato pomeriggio sarebbe uscito il nome del leader scelto dal centro-destra cittadino per le prossime elezioni di maggio. Invece all’inaugurazione della storica sede politica di galleria Garibaldi 28, tornata sotto le insegne di Forza Italia, l’espressione del candidato non è arrivata. Ciò perché, come si è compreso anche dalle parole del coordinatore regionale del partito, Claudio Fazzone, vi sono tutt’ora dei margini di trattativa aperti per ingrandire la coalizione e ridurre al minimo il rischio di una dispersione del voto. Il riferimento è proprio ai partiti che sono gli alleati naturali di Forza Italia, innanzitutto il Nuovo Centro Destra e Fratelli d’Italia. “Prima bisogna costruire un grande partito, la priorità è creare una forte classe dirigente locale”, ha detto Fazzone. Partito che in effetti a Civitavecchia ha ormai già assunto una sua fisionomia, che conta di estendere ulteriormente la propria base e che si sta affermando davvero come una ventata di effettivo rinnovamento sulla scena politica.
Temi sui quali si è soffermato anche Aracri, mentre il tema di Palazzo del Pincio è stato affrontato da due giovani amministratori del centro-destra locale. Alessandro Battilocchio, che sta affilando le armi in vista delle elezioni europee, che si terranno sempre il 25 maggio, non ha dubbi: “Ci riprenderemo Civitavecchia, ed è il caso che si parta tutti con le scarpe da ginnastica per camminare insieme verso il consenso”. Roberto Bacheca, sindaco di Santa Marinella, ribadisce il concetto:
“A Tolfa prima e a Santa Marinella poi i cittadini hanno saputo respingere Pietro Tidei, ora io e Battilocchio collaboreremo per mandarlo via definitivamente anche da Civitavecchia”. Già, ma con chi?
Una cosa è sicura, con un candidato libero; e qui occorre ritornare alle parole di Fazzone: “E’ meglio perdere che subire ricatti”.
Il che racchiude davvero bene sia il messaggio di novità di Forza Italia che la necessità di voltare pagina rispetto al passato, poteri forti compresi.

Commenti

commenti