conferenza stampa forno crematorio

Il Forno Crematorio arriva in Procura

21 settembre 2016

Ci siamo. Dopo l’autoconvocazione dei consiglieri comunali sul tema “forno crematorio”, ecco che arriva la richiesta di intervento in Procura da parte delle Associazioni.
La denuncia – spiega l’avvocato Barbieri – si basa sulla relazione fatta da un tecnico incaricato dalle associazioni in cui si evidenziano delle problematiche di natura tecnico-amministrativa nell’iter di assegnazione dell’appalto, nelle varie fasi delle commissioni di gara, in un progetto che, secondo noi, è diverso rispetto a quello preliminare che è stato
presentato ed approvato in un primo momento. Ci sono cubature e volumetrie diverse – sottolinea il legale
delle associazioni Punton dei Rocchi e In nome del popolo inquinato – di conseguenza riteniamo ci sia un abuso edilizio ai sensi dell’articolo 44 del dpr dell’edilizia.
Ci aspettiamo risposte in tempi brevi e dal punto di vista tecnico-difensivo abbiamo chiesto nella denuncia
il sequestro dell’area, perché se si ravvisano profili di abuso – conclude l’avvocato Barbieri – il pubblico ministero deve emettere un provvedimento di sequestro per evitare che vengano perpetrati eventuali abusi, quindi attendiamo risposte della Procura”.

 

Commenti

commenti