cerveteri-comune

Convegno Sanità e Cooperazione a Cerveteri

5 febbraio 2018

Aodi e Pascucci rinnovano il loro invito al Convegno del 7 febbraio a Cerveteri.  Obiettivo scrivere insieme il manifesto Sanità, Comuni e cooperazione internazionale.

Si svolgerà in data 7 febbraio presso il Comune di Cerveteri, dalle ore 11.00 alle ore 13.00, il Convegno Sanità, Comuni e territorio: servizi, prospettive e cooperazione internazionali: un evento aperto a tutti che punta a coinvolgere Rappresentanti istituzionali, Presidenti di Comunità e Associazioni Internazionali, professionisti della Sanità e cittadini per incentivare la cooperazione, la ricerca scientifica e il legame Sanità-territorio. L’iniziativa promossa dal Comune di Cerveteri, l’Associazione Medici di Origine Straniera in Italia (AMSI), l’Ordine dei Medici di Roma e provincia e la Asl Rm4, punta a redigere il manifesto “Sanità, Comuni e cooperazione internazionale”, primo passo di coinvolgimento attivo dei partecipanti per ottimizzare il SSN e insieme sostenere la cooperazione internazionale.

Così alle porte del Convegno il Sindaco della città ospitante, Alessio Pascucci, dichiara: “quello che da diversi anni si è instaurato con l’Ordine dei Medici, ed in particolar modo con il Prof. Aodi, è un rapporto estremamente positivo. Già in passato la nostra Amministrazione ha avuto l’occasione di collaborare sia con l’Ordine che con lo stesso Aodi sui più svariati temi, non solo quello legato alla sanità ma anche quello legato all’integrazione. Sarà un incontro estremamente interessante, legato ad un mondo estremamente vasto come quello della sanità. Siamo soddisfatti di aver trovato interlocutori credibili e affidabili per affrontare le tematiche della sanità nel nostro territorio e siamo orgogliosi di poter ospitare a Cerveteri una delle prime iniziative dell’Ordine dei Medici di Roma e provincia guidato dal Presidente Magi. Vogliamo ascoltare i cittadini, i Sindaci e gli amministratori locali e, insieme all’Ordine fare proposte per intensificare la prevenzione e la collaborazione tra i medici di famiglia del territorio e i medici ospedalieri. Ci tengo infine a ringraziare il Prof. Foad Aodi per il suo straordinario impegno nella sanità e nella cooperazione internazionale e per aver scelto Cerveteri come luogo in cui realizzare iniziative di grandissimo prestigio”.

Il prof. Foad Aodi, fondatore di Amsi, Uniti per Unire e Consigliere presso l’Ordine dei Medici di Roma aggiunge: “l’Ordine dei Medici inizia la sua missione per incontrare e ascoltare il territorio, le Autorità, le Associazioni, ma soprattutto i cittadini. Questo – prosegue – è indubbiamente un momento molto delicato per quanto riguarda la diffidenza nei confronti dei professionisti della Sanità di origine straniera che esercitano in Italia, come testimoniano i recenti episodi razzisti avvenuti in Lombardia e a Macerata. Ringraziamo a nome di Amsi e Uniti per Unire l’Ordine dei Medici di Roma e la FNOMCeo per la loro solidarietà esternata nei confronti dei cittadini stranieri che sono stati offesi. Dobbiamo intensificare il dialogo e la conoscenza religiosa che come la Sanità sono strumenti per avvicinare i popoli e anche per prevenire le patologie emergenti”. Conclude.

Commenti

commenti