comune

Confusione sotto il cielo. Anzi no

28 marzo 2014

Il mosaico del centro-destra resterà incompleto fino quasi all’ultimo giorno disponibile. Certamente resterà complesso, con due candidature a sindaco che rappresentano uno scenario che tutti hanno detto di aver voluto evitare ma che poi si è scontrato con la realtà. Da una parte, quindi, il progetto di Forza Italia di rifondare il centro-destra cittadino attorno al nome nuovo di Andrea D’Angelo, che dopo lunga attesa ai box è sceso in pista aggregando numerosi raggruppamenti e singoli esponenti della scena politica locale. Dall’altro, la scelta più “portuale” di Massimiliano Grasso, che ha finora raccolto a sé la sigla del Nuovo Centro Destra, svuotata però delle personalità più in vista (Giancarlo Frascarelli in primis, ma anche Patrizio Carraffa) e L’Ancora di Damiria Delmirani.
Resta in mezzo al guado, e lo farà fino al week end conclusivo della fase preelettorale, Fratelli d’Italia. Inizialmente schierata con Grasso, la formazione politica che fa capo a livello locale a Dimitri Vitali ha visto un riposizionamento su orizzonti più ponderati. La scelta alla fine è stata quella di rivolgersi attraverso le “primarie delle idee” al proprio elettorato di riferimento per poter decidere attraverso lo strumento, ormai in voga, del coinvolgimento della base l’adesione all’uno o all’altro degli schieramenti in campo. Non è l’unica parte in campo che deve ancora decidere. Il comitato Liberiamo la Città, quello che ha in Mauro Nunzi il proprio leader, non ha ancora sciolto le riserve. Così pure Civitavecchia Rinasce, altro movimento “in fuga” dal raggruppamento di Grasso, cui pure aveva aderito inizialmente in maniera convinta. Il fondatore e riferimento di questa associazione, Gianni Moscherini, ha fatto un sostanzioso passo indietro rispetto alla centralità che aveva inizialmente assunto e sembra piuttosto sfiduciato rispetto la possibilità che quel progetto elettorale possa incontrare i favori dell’elettorato. Grande confusione sotto il cielo, insomma, ma le nubi nel centro-destra cominciano a diradarsi…

Commenti

commenti