Comunicato Asp

12 Novembre 2018

SERIE C MASCHILE

Finalmente è arrivato il primo sorriso per la Serramenti Sartorelli Asp. Dopo quattro ko di fila, nella quinta giornata del campionato di serie C, i rossoblu hanno battuto sabato al Palasport per 3-0 il Nepi al termine di una gara dominata dall’inizio alla fine. Da sottolineare la prova positivi dei giovani Pieroni, Grossi, Ranalli e Biscarini, mandati in campo dall’inizio dal nuovo tecnico Alessandro Sansolini. Al loro fianco l’esperienza di Mancini, Maldera, Martelli e Brunelli. Una vittoria importante, contro un avversario non irresistibile, sia a livello mentale, che di classifica, con i rossoblu che restano però ancora in zona playout. “Siamo stati bravi a mettere subito in chiaro le cose con i nostri avversari – spiega capitan Mancini nel post partita – e a condurre la sfida sin dall’inizio. Contento della prova corale e di quello che anche i più giovani sono riusciti a dare. Per quel che riguarda il nostro nuovo allenatore, siamo contenti degli allenamenti che sta svolgendo, è un tecnico molto presente, il cui lavoro ha già dato i suoi frutti. Non fermiamoci qua, continuiamo a lavorare a testa bassa per migliorare ancora”.

IL TABELLINO

Serramenti Sartorelli Asp –Nepi 3-0 (25-14/25-14/25-17)

Serramenti Sratorelli Asp: Mancini, D’Iorio, Pieroni, Ranalli, Brunelli, Grossi, Volpe, Martelli, Biscarini, Amoni,Maldera, Maggiori, Mocci. All. Sansolini

Nepi: Zibella, Rossi, La Rossa, Bordoni, Tamborrino, Petrilli, Quaglia, Sohi, Bazzaro, Sgamuffa, Giovannetti, Girardi, Trappolini. All. Giuliani

 

SERIE C FEMMINILE

 

La Margutta Asp cancella immediatamente l’amara sconfitta della settimana scorsa nello scontro diretto per il primo posto contro la Virtus Latina.  Iengo e compagne hanno fatto loro la difficile trasferta sul campo dell’insidioso Terracina, battuto sabato sera per 3-1. Primi due set in favore delle civitavecchiesi, che dopo essersela giocata punto a punto, sono scappate nella fase centrale del parziale. Perso il terzo più per un inconscio calo di concentrazione che per stanchezza, il sestetto di Alessio Pignatelli ha letteralmente travolto le avversarie nel quarto, conclusosi con il pesante risultato di 25-13. “Avevamo fame di riscatto – afferma coach Pignatelli – e lo abbiamo dimostrato. Non era una patita facile sotto diversi aspetti. Le nostre avversarie erano preparate ed il loro tecnico bravo. In più dovevamo fare i conti con i postumi di una trasferta lunga e stancante dal punto di vista fisico. Benissimo così, pensiamo già alla prossima”. In classifica non cambia molto, con la Margutta Asp che tiene il passo della capolista Virtus Latina, che resta a -1, ed occupa la seconda piazza insieme al Quintilia.

Commenti

commenti