caiazza

Cgil e Fiom: “Vertenza Privilege, la riunione dovrà essere determinante”

30 marzo 2014

La Cgil e la Fiom tornano a parlare della vertenza Privilege in vista dell’incontro in programma martedì al Ministero.  “Abbiamo promosso (in concomitanza con la riunione convocata dal Ministero delle Attività Produttive, per il giorno martedì 1 aprile, alle ore 11,30, sulla vicenda “Privilege Yard”, alla quale sono state invitate a partecipare le OO.SS. – che pretenderanno, per quanto riguarda FIOM e CGIL, la presenza di una delegazione dei lavoratori – insieme all’amministratore delegato della Privilege, Mario La Via, all’Autorità Portuale che porterà al tavolo anche i rappresentanti delle ditte impegnate nelle attività del cantiere) un presidio, dalle ore 11, in V. Molise a Roma, davanti il Ministero. Oltre ai lavoratori direttamente interessati che parteciperanno alla manifestazione, al netto di quanti rimarranno per mantenere i presidi dentro e fuori il cantiere della Privilege, invitiamo l’intero mondo del lavoro, i pensionati e i cittadini di Civitavecchia ad unirsi – in termini di attiva solidarietà – alla mobilitazione, partecipando al presidio. Per agevolare tale presenza, abbiamo organizzato pullman che partiranno da Civitavecchia, alle ore 8,30, da davanti il cantiere della Privilege e dallo spazio antistante alla sede della CdLT CGIL di V. P. Togliatti, 7. Riteniamo che nella riunione debba essere condiviso un percorso attraverso il quale rendere possibile, in tempi brevissimi, la liquidazione degli stipendi non corrisposti da mesi agli operai e la ripresa dei lavori del cantiere. Pensiamo che la presenza, intorno al tavolo di confronto, di tutti gli attori istituzionali, imprenditoriali e sindacali, possa consentire di comprendere fino in fondo quali sono i problemi e le difficoltà, definendone la rapida soluzione. FIOM e CGIL, comunque, insieme ai lavoratori che stanno dando vita al presidio da oltre una settimana, valuteranno l’esito della riunione e – qualora si rendesse necessario – si impegneranno per rafforzare ed estendere la mobilitazione.  FIOM e CGIL nella riunione chiederanno al Ministero delle Attività Produttive un’azione finalizzata a fare piena luce sull’intera vicenda “Privilege Yard”, sulla quale insistono troppe ombre ed aspetti poco chiari e trasparenti.

Commenti

commenti