Cerveteri. Governo Civico sul conferimento dei rifiuti ad Aprilia

8 febbraio 2014
Governo Civico per Cerveteri interviene sul conferimento dei rifiuti ad Aprilia. “In questi mesi il tema dei rifiuti è stato al centro di una particolare attenzione da parte di tutti, sia tra gli Amministratori che all’interno della società civile. Sabato scorso il Sindaco Alessio Pascucci ha annunciato alla stampa che anche il Comune di Cerveteri, così come altri Comuni del nostro ambito territoriale, conferiranno per un periodo i propri rifiuti nella discarica di Aprilia. Premesso che la scelta fatta dall’Amministrazione comunale ci sembra la migliore vista anche l’improvvisa chiusura della discarica di Cupinoro (comunicata solo il 24 gennaio scorso) e perciò la situazione di emergenza entro la quale si è dovuto operare, ci sembra giusto fare alcune considerazioni.  Sappiamo, innanzitutto, che tale scelta ha carattere temporaneo. A tal proposito è bene ricordare che Governo Civico per Cerveteri si batte da anni contro i conferimenti extra-bacino, posizione per altro chiaramente emersa nei confronti del ventilato rischio che realtà come Roma potessero portare i propri rifiuti nel nostro territorio. Ci sembra per tanto corretto che il conferimento dei rifiuti di Cerveteri nel territorio di Aprilia non sia ad oggi reputato definitivo, ma dovuto all’emergenza in atto. Inoltre, sebbene in termini di costi la scelta degli impianti di Aprilia appaia la migliore, già da oggi sappiamo che il trasporto su camion fino ad una discarica che si trova a più di 70 km dalla nostra città inciderà non poco sui costi diretti, paragonandoli ai costi fino ad oggi sostenuti per conferire nel territorio di Bracciano. Aspetto questo non secondario, che va ad aggiungersi al fatto stesso che i anche prezzi per il conferimento presso la discarica di Aprilia, così come presso quella di Viterbo, che sono le più vicine a noi, sono più alti di quelli applicati a Cupinoro. Per questi motivi, Governo Civico ha già espresso la propria convinzione che solamente un reale slancio delle politiche a favore della riduzione e della differenziazione del rifiuto potrà efficacemente risolvere un problema che altrimenti sarebbe destinato a ripresentarsi in futuro. Politiche che, però, dovranno essere seguite (o meglio, anticipate) da uno sforzo fattivo di tutta la cittadinanza per una più responsabile gestione del rifiuto domestico. Non si può pensare di poter continuare a fronteggiare l’emergenza rifiuti mantenendo i medesimi stili di vita che ci hanno portato alla situazione attuale. Sappiamo che l’arrivo del Porta a Porta richiederà in un primo momento una maggiore dose di attenzione da parte di tutti, ma siamo anche convinti che in breve tempo si potranno apprezzare i miglioramenti tanto del servizio in sé quanto rispetto all’imposizione fiscale. Inoltre, auspichiamo che l’Amministrazione comunale di Cerveteri faccia tutto quanto in proprio potere, anche di concerto con le altre amministrazioni locali, per realizzare sul territorio di Cerveteri, o comunque all’interno del nostro ambito territoriale, degli impianti di compostaggio per una immediata gestione della frazione umida. Una strategia che aiuterebbe di certo la riduzione dei rifiuti ma che potrebbe anche configurarsi come un motore di sviluppo sostenibile per il nostro territorio. Sappiamo che in questi giorni l’avvio del conferimento presso il nuovo impianto ha significato non poche difficoltà per la ditta che attualmente gestisce il servizio a Cerveteri. Comprendiamo perfettamente questi disagi e perciò chiediamo alla cittadinanza di sopportare il fatto che per un breve periodo il servizio non sarà svolto al massimo della sua efficienza. Nondimeno, Governo Civico resterà vigile affinché le scelte che si faranno saranno sempre nell’interesse della collettività e indirizzate verso una gestione dei rifiuti responsabile e sostenibile, tanto dal punto di vista ecologico che dal punto di vista economico”.

Commenti

commenti