can_calendario_011

Canepina, presentato il calendario 2017 del Comitato Santa Corona

29 dicembre 2016

Dedicato a Remo Vettraino. Il sindaco annuncia risultati e novità della raccolta differenziata.

Presentato a Canepina il calendario 2017 del Comitato Festeggiamenti Santa Corona, realizzato in collaborazione con l’amministrazione comunale. Quest’anno si è voluto porre l’accento sulla fotografia, dedicando l’opera a Remo Vettraino nel ventesimo anniversario della scomparsa. “Dal suo amore e dalla sua passione per la fotografia – spiegano i responsabili – è scaturito un grande patrimonio di immagini che rappresentano Canepina in tutti i suoi aspetti: paesaggi, personaggi, ambiente, natura, tradizioni popolari, artigianali e religiose. Ogni immagine è correlata a una caratteristica o a una ricorrenza di ciascun mese”. Alla presentazione sono intervenuti i familiari di Remo Vettraino, la moglie Maddalena Luccioli e le figlie Alessandra e Giuliana Vettraino, “che ringraziamo sentitamente per averci dato accesso all’immenso archivio di Remo”.

In rappresentanza del Comune, presente il sindaco Aldo Maria Moneta (tra l’altro nipote dello stesso Vettraino), che ha ringraziato il Comitato Festeggiamenti Santa Corona per il suo servizio reso alla comunità, soffermandosi inoltre sui risultati della raccolta differenziata dei rifiuti, assestatasi sul 68,25% nell’anno 2016. “Un risultato di cui possiamo essere orgogliosi – commenta il sindaco – perché grazie all’impegno quotidiano di tutta la cittadinanza abbiamo spedito in discarica una quantità minore di rifiuti, contribuendo in maniera attiva a preservare l’ambiente che ci circonda e la nostra salute. Per il 2017 l’obiettivo è fare ancora meglio”.

Moneta ha annunciato, in merito alla raccolta differenziata, due importanti novità nel servizio porta a porta: dal 1° gennaio 2017 ogni primo lunedì del mese saranno ritirate le bombolette spray direttamente fuori dalle abitazioni, mentre nel corso dell’anno verranno posizionati nel paese i contenitori per la raccolta dei toner esauriti delle stampanti. “Non mancheranno infine – conclude Moneta – iniziative promosse nelle scuole, per far comprendere ai nostri bambini l’importanza di tutto questo. Inoltre siamo disponibili a raccogliere suggerimenti per migliorare i servizi offerti”.

 

Commenti

commenti