Candidato sindaco: D’Ottavio dice la sua

7 febbraio 2014

“Apprendo, non senza sentirmi lusingato, di essere stato accreditato quale candidato a sindaco del centro-destra civitavecchiese, o tra i papabili a ricoprire tale carica. È una novità che mi fa piacere, ma che devo per la verità smentire nella misura in cui non solo non ho ricevuto alcuna investitura del genere, ma neanche sono stato mai contattato, sia pur in maniera informale, per un compito simile.

Al contrario, posso confermare di seguire da vicino le sorti del dibattito in corso nell’area politica moderata, che per convinzioni personali è quella cui faccio storicamente riferimento, insieme ad altri amici che sono stati con me citati in quegli articoli. Posso anche, poiché sono stato chiamato in causa, dire di essere disponibile a lavorare, insieme a chiunque condivida questa nostra aspirazione, a unificare il centro-destra di una città che ha bisogno di una guida forte e capace di esprimere un governo di ampie vedute su come far crescere il territorio, prima ancora che di larghe intese solo per gestirne un effimero potere.

In tal senso, ne approfitto per dire che non c’è certo bisogno di investiture di singoli: al limite dell’impegno e della buona volontà di molti tra i quali, senza nulla a pretendere, mi inserisco volentieri e da subito.

Il candidato poi verrà, ma rivestire io quel ruolo non è certamente un desiderio che mi toglie il sonno: su questo, posso rassicurare tutti.”

Commenti

commenti