cpc

Calcio. Un mese di fuoco per le ambizioni della CPC2005

10 novembre 2017

Un mese di fuoco per le ambizioni della CPC2005 che in sei partite si giocherà una larga fetta di stagione.

Partendo dalla trasferta con la Pescatori Ostia di domenica ci saranno in sequenza nel campionato le due gare casalinghe con Ottavia e Bomarzo, per poi giocarsi il girone d’andata il 3 dicembre a casa del Ronciglione United. Nel mezzo del fuoco nemico a partire da mercoledi 15 novembre si giocheranno i 16esimi di coppa Italia,  con l’andata a casa della Maglianese e il ritorno fissato per mercoledi 29 al fattori. Se ci si arrivasse con la squadra non falcidiata dagli infortuni tutto sarebbe più semplice, ma vista l’infermeria stracolma tutto sarà dettato dalle forze psico-fisiche e dalla voglia di rimanere protagonisti.
Bollettino da far rabbrividire a partire da Poggi che giovedi prossimo si opererà per la ricostruzione del crociato, passando a Ruggiero che sta tentando con le terapie di ridurre la rottura del corno del menisco, a cui va aggiunto Loiseaux che in settimana con gli esami strumentali ha scoperto di avere una contrattura di quasi 4 cm all’adduttore. Ai tre pilastri di questa squadra vanno aggiunti Delogu, per lui il fermo è ancora lungo, Massaro che soffre di un problema al polpaccio e Derosas che ancora indossa il tutore alla spalla. L’unica nota lieta il rientro di Luca Brunetti in gruppo, ma per lui la presenza con la Pescatori Ostia sembra una chimera.
Il giudice sportivo acquisiti gli atti della gara di domenica ha mandato in diffida per somma d’ammonizioni Gravina, che si aggiunge a Catracchia in diffida da due gare. A loro va aggiunto per domenica  l’assenza certa di Paolini che, visto che non è stata omologata la gara con l’Aranova, deve ancora scontare la squalifica ricevuta dopo l’espulsione con l’Accademia.
Formazione in alto mare e con tanti under da mettere in lista, ma si è certi che il gruppo di una squadra di tutti titolari saprà sopperire alle tante avversità che stanno mettendo in bilico l’obbiettivo finale.

 

Commenti

commenti