cpc 2005 vs monterotondo

Calcio. Tre punti fondamentali per la Cpc 2005

25 settembre 2016

Squadra quadrata per tutto l’incontro con alcune sbavature mostrate specialmente nel finale, buon approccio mentale ma c’è ancora da limare qualche imperfezione.

In crescita sul piano fisico alcuni elementi, con Chessa che quest’oggi si regala una super giornata blindando la vittoria dei portuali al Cecconi di Monterotondo.
4a Giornata d’ Eccellenza girone A
Eretum Monterotondo 0 vs CPC2005 1
Marcatori: Caforio 25′ st rig. (CPC2005)

Arbitro Nirintsalama T. Andriambelo della sezione di di Roma1, coadiuvato da Francesco Ferdinando Iacopino di Albano Laziale e Davide Pepe della sezione di Ciampino
Ammonizioni: Falanga (EM); Giambi e Sacripanti (CPC2005)

ERETUM MONTEROTONDO Alessandri Palmerini Pensabene Giustini Barbetti Ranieri De Marco De Dominicis (22st Falanga) Moronti Giuffrida (41 pt Taverna) Lanzoni (41st Cocchia) DISP Frera  Caprioli Ferranti Luci  ALLENATORE Malizia
CPC2005 Chessa Sacripanti Poggi Bevilacqua Parla Boriello Elisei (42st Loiseaux) Caforio Franceschi (32st Giovani) Ruggiero Puca (20st Giambi) DISP Superchi Vincenzi  Cherchi Gallinari ALLENATORE M. CAstagnari

NOTE: Premiato ad inizio gara dal presidente Dino Alessandri  il portiere e capitano Alessandri, per il raggiungimento delle cento partite con L’Eretum Monterotondo. Temperatura intorno ai 25 gradi con un buon afflusso di pubblico.

Come non si poteva parlare di disfatta fino a ieri valutando le prestazioni della squadra, ovviamente non si può parlare di perfezione quest’oggi, ma si intravede il lavoro che si sta portando avanti da inizio stagione, e in special modo il recupero fisico o parziale di alcuni elementi che sta dando una fisionomia alla squadra. Di fronte ai portuali al Cecconi una buonissima squadra, che tiene il campo andando vicino al gol in almeno due occasioni. Lo fa fino all’uscita dell’astro Giuffrida, per poi nella ripresa calare a centrocampo facendosi soprassedere da quello portuale creando poco o nulla. Solo negli ultimi minuti dopo lo svantaggio aggredisce e va più volte vicino alla rete, ma un Chessa in stato di grazia allontana il pericolo sfoderando almeno tre grossi interventi, mettendo a tacere i detrattori comparsi fino ad oggi.
La verità è nel mezzo e vive di equilibri e del tanto lavoro che c’è durante la settimana, e in special modo nasce da dietro dove Boriello, Parla, Poggi e Sacripanti sbagliano veramente poco quest’oggi. Con un Puca che gioca da titolare, sostituito a metà ripresa per un problema muscolare da un altrettanto ottimo Giambi, che impartisce palloni nella tre quarti di campo cercando quel Franceschi, classe 99, dislocato come punta avanzata che sfugge con intelligenza all’avversario ad ogni occasione. Il centrocampo è ora più bilanciato con Bevilacqua e Caforio a impostare e interdire la manovra, che trovano sulle fasce  Ruggiero in vero stato di grazia grazie alla sua professionalità e un Elisei, che sta tornando quello spietato del girone d’andata della passata stagione, finali di una manovra atta a penetrare la tre quarti difensiva avversaria.
Si parte da qui  e con Ponzio che finalmente domenica sarà  a disposizione, e la consapevolezza che la timidezza di una categoria mai affrontata fino ad ora è solo un ricordo.

CRONACA. Primo tempo di sostanziale equilibrio e con le due squadre che già dai primi minuti cercano l’occasione buona per portarsi in vantaggio.  La prima opportunità è per la CPC2005, Puca  imbecca Elisei sulla fascia che si invola e porge al centro dell’area la sfera al solitario Ruggiero, che attende troppo e si fa respinger il tiro. Sul continuo dell’azione De Marco  si invola solitario nella tre quarti avversaria e il tiro si spegne di un nulla a lato della porta difesa da Chessa. Al 16′ Giuffrida pesca in area un solitario Lanzoni lesto a liberarsi della marcatura di Sacripanti, ma solo davanti al portiere tira alto. Al 20′ altra occasione per l’ Eretum con il tiro di Lanzoni che da l’impressione del gol, ma la sfera si spegne sull’esterno della rete. La CPC2005 macina gioco e al 32′ sugli sviluppi di un angolo Boriello è atterrato vistosamente in area ma l’arbitro sorvola. Due minuti dopo Franceschi in proiezione imbecca Elisei che solo davanti al portiere fa compiere un autentico miracolo ad Alessandri. Finisce qui la prima frazione con Castagnari che dalla mezz’ora fa scaldare tutti gli effettivi. Pronti e via e la CPC2005 macina gioco stazionando nella metà campo avversaria con più continuità, e i locali che sembrano soffrire a dismisura il ritmo di gioco. Al 18′ Ruggiero imbeccato da un cross di Caforio tira maldestramente a lato. Due minuti dopo è Franceschi a mangiarsi una ghiotta occasione, quando lanciato e in piena area tira di pochissimo a lato della porta. Al 22′ l’autentico capolavoro di Luca Chessa con  la CPC2005  si fa cogliere scoperta sul contropiede avversario, Taverna a tu per tu con il portiere tira all’angolo basso destro della porta ma Chessa con un balzo ci arriva e respinge in corner. La CPC2005 cerca il colpo del Ko e lo trova al 25′, Boriello viene ingenuamente atterrato da Falanga e dal rigore concesso dall’arbitro Caforio insacca a fin di palo per il vantaggio portuale. La squadra di Castagnari si ritrae  troppo e sul finire in pieno recupero Chessa deve intervenire altre due volte per respingere le conclusioni  ravvicinate e a botta sicura di Taverna e Moronti.

Tre punti che allontanano  la CPC2005 dal fondo classifica facendola balzare al 12esimo posto,  con una vittoria maturata quest’oggi che è la prima di questa società nella categoria Eccellenza.

(Fonte e Foto: Maurizio Spreghini).

 

Commenti

commenti