civitavecchia 1920

Calcio. Con la Valle del Tevere niente scherzi

11 settembre 2016

Dopo aver sbancato via del Baiardo, il Civitavecchia si appresta a vivere il la seconda giornata di campionato col chiaro intento di bissare il successo ottenuto nella Capitale, per girare così a punteggio pieno, nel rispetto della tabella di marcia immaginata.
Piegare la Valle del Tevere non sarà affatto facile per via di svariati motivi, su cui è doveroso focalizzare un attimo l’attenzione.
Innanzitutto bisogna tener conto del debutto su un campo, il Galli, che pur buonissimo in generale, rappresenta una novità, del tutto assoluta, per Gimmelli e compagni.
C’è poi da domare un’avversario tosto e molto considerato dagli addetti ai lavori: avversario che alla prima ha perso clamorosamente a Forano contro la Boreale.
Campo e avversario sono dunque due belle gatte da pelare per i nero azzurri che, comunque, a Tor di Quinto col Vescovio, hanno tirato fuori dal cilindro una prestazione superlativa, dimostrando di saper improvvisare con profitto, quando le necessità lo richiedono.
Staffa è alla ricerca dell’abito giusto per il suo Civitavecchia: la strada in tal senso non appare affatto lontana, anche se siamo solo a Settembre e, la stagione, è iniziata da poco più di un mese.
Di certo l’aver ritrovato una conformazione tattica sufficiente ed al contempo vincente, in vista del debutto ormai archiviato, rappresenta un toccasana di assoluto valore, che fa presagire buone cose per il futuro.

La Formazione: Per la gara con la Valle del Tevere mister Staffa dovrà rinunciare a Daniele Bricchetti: il forte difensore di origini lombarde ha rimediato un rosso nella gara vinta col Vescovio.
Al posto di “Bricco” il giovane classe 1998 Alessio Treccarichi appare in netto vantaggio sul ’96 Simone Staffa, rientranti pure lui, come Treccarichi del resto, da una squalifica subita l’anno scorso in chiusura di campionati.
A centrocampo dovrebbe rimanere tutto invariato ma le quotazioni di Claudio Persico, classe 1995 proveniente dal Monterosi, sono in ascesa.
Davanti ballottaggio forte tra Maurizio Alfonsi e Juan Garat mentre Matias Vegnaduzzo è sicuro della camiseta numero 9 e Danilo Scibilia potrebbe andare stavolta almeno in panchina.
(Fonte e Foto: Gabriele Tossio)

 

Commenti

commenti