Calcio eccellenza. Il Ladispoli affronta il Monterotondo

2 marzo 2013

Momento delicatissimo per il Ladispoli che dopo due sconfitte consecutive si appresta ad affrontare una formazione con l’acqua alla gola a caccia di punti per uscire dalla zona pericolosa. Il Città di Monterotondo sarà l’avversario di turno nel secondo match consecutivo casalingo nel quale i tirrenici dovranno fare a meno di diversi calciatori. Tornano quindi i problemi legati all’infermeria con diverse defezioni alle quali Graniero dovrà cercare di porre rimedio. Insomma dopo alcune settimane di calma apparente si torna a fare la conta degli indisponibili ma in questa sfida così importante servirà il 101% da parte dell’intero organico che dovrà gettare il cuore oltre l’ostacolo per questi tre punti in palio che possono valere doppi visto che si tratta di uno scontro salvezza. Le defezioni principali del tecnico ladispolano sono la certa assenza di Petronilli ed i potenziali stop di Gravina, Castelletti e Moronti, mentre potrebbe farcela Mannozzi a ritagliarsi una fetta di partita. Sicuro il ritorno di Pace al centro della difesa dopo i problemi fisici della scorsa settimana. La formazione che scenderà in campo al Marescotti alle ore 11 potrebbe avere in porta nuovamente Nunziata con la difesa a quattro formata da Pace e Castelletti, qualora il capitano dovesse dare forfait pronto l’innesto di Palmisani. Sulle corsie laterali tornerà Bevacqua da una parte mentre dall’altra Gravina è in vantaggio su Giorgi, qualora dovesse superare le inside muscolare. A centrocampo Colibazzi accompagnerà la cabina di regia con Bacchi al suo fianco, sugli esterni invece dovrebbero giocare Gabelli da una parte e Marvelli dall’altra. In attacco Berardi certamente ci sarà, mentre se Moronti dovesse dare forfait pronto nell’inconsueto ruolo di bomber a giocare Federico Zanni. Insomma sono tante le riserve da sciogliere per questa partita importantissima per il destino del campionato, quello che è certo è che servirà la forza del pubblico di Ladispoli chiamato a gran voce a partecipare a questa delicatissima partita.

Commenti

commenti