cpc

Calcio. Cpc, un pareggio dal sapore amaro

12 novembre 2017

Finisce con un sonoro quattro a quattro tra la CPC2005 e la Pescatori Ostia alla fine dei novanta minuti. I portuali sotto di tre reti  vanno addirittura aventi in pieno recupero, ma pochi secondi dopo i locali trovano il gol del definitivo quattro a quattro. Male il reparto difensivo apparso svogliato, lento e poco sul pezzo per l’intera gara. Di riflesso ottima la reazione che porta la CPC2005 dapprima a pareggiare la gara in quattordici minuti, doppietta di Serpieri e rigore di Catracchia, per poi rimanere in dieci per la stupida protesta dello stesso Serpieri e nonostante questo segnare in pieno recupero il gol del momentaneo vantaggio con De Carli. Neanche il tempo di gioire che la Pescatori con una zampata trova il pareggio, con Marzi che lasciato colpevolmente solo in mezzo all’area trova il tap-in vincente.  Fa pensare e ci sarà da correre ai ripari per  l’ora di gioco vissuta in balia dell’avversario, nonostante nei  primi quindici minuti più volte si sia  andati vicino alla segnatura. la svolta alla gara la da l’uscita di Masciangelo che priva i locali del riferimento in avanti, e apre varchi per l’arrembante remuntada ai portuali.

CRONACA: La CPC2005 in completa emergenza si affida allo stesso undici visto con l’Aranova, con l’eccezione di Paolucci che si sistema nell’out sinistro di difesa e Nunziata tra i pali al posto di Desini. Parte bene la CPC2005 e nei primi 15′ va vicino al gol a più riprese, saranno Castagnola, Catracchia e Di Gennaro a impensierire l’ottimo 2000 Puniga. Al primo vero affondo la Pescatori passa, lungo passaggio verso l’area portuale che Masciangelo arpiona e insacca, con i due centrali che si fanno superare con troppa facilità, e con Nunziata che prima accenna all’uscita per poi ritrattare lasciando al centravanti il tempo per mirare all’angolino. La CPC2005 finisce qui e, sempre seconda rispetto agli avversari sulle seconde palle,  lascia vere e proprie praterie. La Pescatori sfrutta Masciangelo come boa e imperversa senza quasi trovare resistenza. Dopo qualche occasione che aveva trovata Nunziata pronto alla respinta passa ancora, Di meglio  in pieno recupero trova la zampata vincente per il raddoppio.  Ripresa sulla falsa riga della prima frazione e all’11’ Masciangelo segna ancora, portando i locali sul tre a zero. Cinque minuti dopo standing ovation per lui  e Franci al suo posto, con la Pescatori che addietra troppo lasciando alla CPC2005 campo  e gioco. Si aprono varchi e con Serpieri la CPC2005 va in rete due volte, la prima al 12′ sugli sviluppi di un corner e la seconda al 16′. I portuali premono e Esposito da fuori area con una staffilata pesca l’incrocio dei pali, ma Puniga si supera mandando in corner. Tutto quello non fatto si vede in quei minuti, la CPC2005 è padrona del campo e al 26′ su fallo subito da Di Gennaro arriva al pareggio, Catracchia insacca spiazzando Puniga. Altro tassello importante per l’economia della gara avviene cinque minuti dopo, con Serpieri che battibecca troppo con il primo assistente e si fa espellere. La Pescatori ritira fuori la testa ma è la CPC2005 ad andare vicino al gol con Catracchia, palla sul destro e poi ampiamente sul fondo da posizione favorevole. Quando tutto sembra portare le squadre nei spogliatoi De Carli con una magia trova la rete del momentaneo sorpasso, piazzando la sfera all’angolo basso. Neanche il tempo che la lancetta dei secondi compia un giro che Marzi nel cuore dell’area, sfruttando un rimpallo, insacca il gol del definitivo quattro a quattro.

 

Commenti

commenti