Calcio. Caere, il dg Laurini: “Abbiamo creduto nei nostri mezzi, così ci salveremo”

20 marzo 2013
Ad  inizio campionato era data per condannata alla retrocessione. Con i risultati con erano per niente favorevoli. E il problema di andare in rete con il contagocce. Poi con l’inizio del nuovo anno la musica è cambiata, senza applicare stravolgimeti, ma dei piccoli accorgimenti rinunciando a  cambiare sul mercato di riparazione. Per la Caere, ora, è un periodo importante e foriero di risultati, oltre che di buone aspettative per la salvezza. 25 punti in classifica, 7 dalla retrocessione.  E all’orizzonte la trasferta di Anzio che potrebbe una svolta alla classifica. Il direttore generale Marco Laurini ( nella foto) ci svela la ricetta che ha portato la squadra a cambiare marcia. ”  La convizione dei nostri mezzi. All’inizio abbiamo pagato lo scotto della categoria, nuova per noi.  Proseguendo abbiamo lavorato dove seriva lavorare, senza stravolgere nulla, lasciando intatta la formazione. Segnavamo poco, ma ora ci siamo sbloccati. Non abbiamo più i timori di prima, merito di allenatore e giocatori, di staff e dirigenti che lo fanno per passione e non per scopi diversi. Insomma stiamo andando bene anche se ancora non abbiamo raccolto nulla. La salvezza è alla nostra portata, dipende da noi. Ma rimaniamo con i piedi in terra, giocando ogni partita con le dovute precauzioni. Sapevo che ci saremmo risollevati – contina Laurini – era una questione di tempo, di mentalità. Abbiamo infiliato una serie di buoni risultati, ci siamo tolti di dosso la paura di non segnare. Be’ ora siamo più sereni” . Dopo la vittoria sul Pomezia, domenica in terra Pontina ci vuole un altro segnale importate.

Commenti

commenti