Calcio a 5. Sabato da dimenticare per le civitavecchiesi

19 gennaio 2014

Un sabato da dimenticare per le due formazioni locali impegnate nel campionato di C1. L’As Civitavecchia è stata battuta per 2-0 al Palasport dalla Lazio. Esordio negativo in panchina per il nuovo allenatore Umberto Di Maio, anche per colpa di qualche errore di troppo in fase di realizzazione da parte dei nerazzurri. Sconfitta pesante in chiave salvezza per l’Atletico Sacchetti, battuto per 4-3 sul campo dell’Albano. I gialloblù si erano portati in vantaggio, ma hanno poi dovuto subire il ritorno dei padroni di casa. Tutte le reti dei gialloblu portano la firma di Agozzino.Fatali per entrambe le squadre locali le tante assenze. Frusciante, Sannino, Righini e Traini per i nerazzurri, Simone e Stefano Tangini, Fattori e Caselli per i gialloblù. Difficile quindi pensare a risultati diversi a causa dell’emergenza delle due compagini. L’As ha disputato un ottimo primo tempo in cui avrebbe meritato di più. Merito comunque della solidità della Lazio che si è difesa con ordine ed è ripartita con due contropiedi letali per l’As. Soddisfatto della prova dei suoi ma un pò rammaricato per il risultato il tecnico Umberto Di Maio alla prima panchina nerazzurra. Buona anche la gara dell’Atletico Sacchetti nello scontro salvezza contro l’Albano. Fabrizio Nunzi, viste le tante assenze, si è detto soddisfatto di quanto fatto dai suoi anche se il risultato è pesante in chiave salvezza. Adesso infatti i gialloblù sono stati raggiunti in classifica proprio dall’Albano al terzultimo posto con 16 punti.

Commenti

commenti