jenny crisostomi

Braccini, Crisostomi: “Alla Giunta non resta che fare un esame di coscienza”

19 ottobre 2017

“L’ennesimo colpo di scena di una Giunta alla quale non resta che farsi un esame di coscienza.

Le dimissioni, date nel corso della seduta consiliare di ieri mattina, da parte del  Presidente del Consiglio Alessandra Ricetti, sono la più forte testimonianza di un’amministrazione che in tre anni e mezzo non ha prodotto nulla.

Un gesto coraggioso, di coerenza, anche se avvenuto in ritardo, l’unico atto che  possiamo registrare come positivo nel corso del mandato di Cozzolino.

Un altro pezzo perso.

Le accuse rivolte da Alessandra Riccetti ai pentastellati rimarcano la voce della nostra opposizione, costante,  fatta su ogni tema per il quale l’ormai ex-presidente ha riconosciuto e confermato il fallimento della maggioranza.

Ascoltare il Sindaco Cozzolino parlare di incapacità politica ed amministrativa è come assistere al bue che dice cornuto all’asino.

Il primo cittadino di fronte ad una maggioranza ormai inesistente dovrebbe dimettersi, a testa bassa, non solo per aver massacrato un’intera città, sotto ogni aspetto, ma anche per non aver avuto la capacità di affrontare e risolvere i malumori interni.

Siamo curiosi, quanto preoccupati, di vedere gli sviluppi di questa triste commedia a 5 stelle.

Oggi più che mai, il pensiero non può che essere la nostra città e i nostri concittadini, la rabbia è tanta, non lasceremo ancora una volta che dei professionisti dei likes e dei social prendano il timone della nostra nave”.
Lo hanno comunicato  Alessandro Braccini PD e Jenny Crisostomi PD

 

Commenti

commenti