Battilocchio: “moderati si mettano al lavoro per un progetto di governo della città”

29 Nov 2013

“Pietro Tidei è stato sfiduciato da una parte consistente della sua maggioranza e dall’opposizione compatta, che ha fatto il suo lavoro: è la terza amministrazione in dieci anni che conclude il suo mandato prematuramente. Ma ora bisogna immediatamente guardare avanti. In particolare , come sto dicendo da parecchi mesi, l’area moderata della città, che può essere forza largamente maggioritaria a Civitavecchia, deve trovare sin da subito il bandolo della matassa e lanciare una proposta politica convincente per il futuro della città. Questo percorso passerà da un confronto necessario e non più rinviabile tra tutte le componenti che fanno parte di questa parte dello schieramento politico :un mondo piuttosto variegato in cui troppo spesso siamo riusciti a far emergere le cose che ci dividono anzichè quelle che ci uniscono. Tutti coloro che si riconoscono nell’ambito della coalizione moderata devono partecipare a questa fase di discussione, superando steccati ed acredini personali che hanno indebolito il dibattito in questi anni: serve uno sforzo nuovo di unità, in cui tutti dobbiamo essere pronti a fare un passo indietro, per fare insieme due in avanti. Non è detto che riusciremo a trovare una sintesi totale, ma sarebbe assurdo non mettercela tutta per provarci. Questa discussione, che deve partire dai programmi per arrivare alla squadra, non può essere impostata su ‘aut aut’, preclusioni, pregiudizi. Civitavecchia è la città che deve guidare il Lazio Nord, e non solo: personalmente sono interessato e disponibile, su queste basi, a dare una mano nella imminente competizione amministrativa, pur senza una partecipazione diretta, visto che sono impegnato sul versante internazionale ed europeo, che mi vedrà ancora più coinvolto nei prossimi mesi. I problemi sul tappeto sono enormi e di difficilissima soluzione: lasciamoci alle spalle prima possibile gossip, veleni, così come ingiustificate euforie. Per quello che ci compete, dobbiamo partire subito nella ricostruzione del progetto dei moderati per il governo della città, individuando i punti programmatici per il rilancio della città, coinvolgendo il maggior numero di volenterosi pronti a dare una mano  e traendo indicazioni dai fatti di questi giorni e dalle esperienze degli ultimi anni”.

Commenti

commenti