augusto battilocchio

Augusto Battilocchio saluta

27 maggio 2017

Il Sindaco uscente traccia il bilancio del suo doppio mandato e guarda al futuro.
Augusto Battilocchio è il decano dei sindaci del comprensorio; il suo doppio mandato da Sindaco sta finendo, dopo altri 10 anni nell’amministrazione come vicesindaco. «È la fine di un mandato che mi vede protagonista e, prima di tutto, devo essere grato a chi mi ha dato la fiducia, ai cittadini che hanno creduto in me e nella mia compagine sin dal 2007, con la prima elezione, ripetuta con la vittoria nella competizione 2012 -spiega il Sindaco. «La mia persona -prosegue Battilocchio- era stata
già impegnata nelle precedenti 2 amministrazioni come vicesindaco e di questo sono orgoglioso. Dall’era del Sindaco Cammilletti in poi, sempre nell’ambito del centrosinistra. Abbiamo iniziato un percorso di crescita di Allumiere, dimostrata
da dati oggettivi, con particolare attenzione nell’impegno in campo ambientale con la partenza della raccolta differenziata porta a porta che è arrivata nel tempo ad oltre il 75%; abbiamo ottenuto vari premi e riconoscimenti dal punto di vista ambientale come “Comune Riciclone”. Siamo stati protagonisti nelle battaglie ambientali, in prima ila tra i comuni del
comprensorio per non fare da “monnezzaro” a Roma, abbiamo guidato una serie di Comuni del territorio che, insieme a noi
e alla Regione Lazio si sono adoperati per evitare questo scempio. Abbiamo cercato di predicare la filosofia del “Riiuto zero”.
Ci siamo impegnati nella realizzazione di alcune strutture fondamentali per la valorizzazione di prodotti agricoli locali e abbiamo realizzato dopo quarant’anni una struttura e per la castagna ed altri prodotti tipici Locali potranno essere sia immagazzinati e semilavorati. Abbiamo realizzato dapprima il frantoio oleario, dandolo in gestione alla Università Agraria; alcuni anni fa abbiamo addirittura raddoppiato la sua capacità, per accogliere le richieste dei comuni del territorio come Civitavecchia, Tolfa, Santa Marinella, Sant’Agostino ed addirittura Tarquinia.
Questo è un successo che ci viene riconosciuto da tutti; la gente ha capito quanto ci siamo impegnati. Ci sarebbe stato molto
altro da poter fare nell’arco dei due mandati; abbiamo cercato di avviare altre iniziative tra cui la battaglia sul risparmio energetico che, adesso, è entrata nella fase finale con il cambio delle classiche luci, con quelle a led. Questo importante
cambiamento sarà sicuramente perseguito dalla successiva Amministrazione, che, ci auguriamo possa segnare la continuità
nel rinnovamento dell’ampliato quadro del centrosinistra di Allumiere. Abbiamo realizzato una serie di importanti lavori di
riqualificazione urbana in zone altrimenti abbandonate del paese, tenendo presente quello che è il “biglietto da visita” per chi
visita Allumiere: piazze, strade e vicoli che sono state migliorate.
Nel campo delle infrastrutture abbiamo realizzato parcheggi nelle zone limitrofe di entrata al paese, mettendo a disposizione
nuove aree per i turisti in arrivo; chiaramente questo percorso va perseguito, ad esempio realizzando altre aree in località La
Bianca. Una delle opere più importanti realizzate dalla nostra amministrazione, considerato un fiore all’occhiello da chi pratica sport all’aperto è, nella zona Cavaccia, un impianto sportivo con erba sintetica di ultima generazione; abbiamo ristrutturato la tribuna e l’abbiamo dotata di una copertura in legno lamellare, con alla sommità, sempre in ottica di risparmio energetico ed ambientale, un impianto fotovoltaico.
Nell’area limitrofa del plesso sportivo sono state create due pensiline per riparare i veicoli parcheggiati. È stata realizzata anche una pista di atletica, frequentata ora, non solo dagli sportivi di Allumiere ma anche da quelli dei comuni limitrofi. Sempre alla Cavaccia è stato realizzato un piccolo campo equestre, adatto anche alle attività equidi, i nostri asini, di cui tutti
conoscono le qualità legate alle numerose attività, anche in preparazione del Palio, alla quale è legatissima l’intera comunità.
Per quanto riguarda il futuro, mi auguro che tutti possano aver apprezzato il lavoro e le opere in qui fatte; da punto di vista politico abbiamo allargato la compagine del centrosinistra per questa tornata elettorale, anche per quanto riguarda il “fronte civico”. Con il candidato Pasquini abbiamo creato un mix di giovani e meno giovani, di persone brillanti e pensiamo di aver messo le basi per un’Amministrazione che possa continuare il nostro lavoro, che possa migliorare quello che abbiamo fatto e
che possa innovare un percorso che guardi ad attività ed esigenze di un terzo millennio che con noi è già iniziato.
Sono disponibile per dare consigli in base alla mia esperienza ventennale nel campo amministrativo” – conclude.

 

Commenti

commenti