01-fede cross

Atletica. Al via la stagione del cross

22 gennaio 2014

Al via la stagione del cross, ospitata come ormai da anni a Latina, presso l’azienda vinicola Ganci, per la prima prova del Trofeo regionale giovanile, aperto alle categorie esordienti, ragazzi e cadetti in concomitanza con il Campionato regionale di cross per la categoria Assoluta.

Sempre numerosa la partecipazione delle società laziali e dei gruppi sportivi militari e la Tirreno Atletica è sempre fiera di schierare la “famiglia” al completo, dai piccoli esordienti passando per le categorie giovanili fino agli adulti.

Le piogge dei giorni scorsi hanno reso il terreno fangoso, ma la temperatura mite seppur invernale ha permesso alle prove di svolgersi in modo regolare.

Gara clou della giornata, sicuramente, la 10km del cross lungo maschile promesse senior, con la sopraggiunta pioggia che ha reso ancora più impegnativo il già difficile tracciato. Partenza decisa per Emiliano Catullo che s’insedia nel gruppetto immediatamente a ridosso dei battistrada, con Federico Ubaldi subito dietro, con un occhio alla classifica di società ed uno al podio del campionato regionale individuale promesse. Federico Orlando terzo alfiere della società, pur se su una distanza inusuale per uno specialista del mezzofondo veloce, combatte da par suo una manciata di posizioni dietro, sempre nella zona centrale della classifica. Sotto lo striscione d’arrivo l’11° posto di Emiliano Catullo, unito al 18° posto di Federico Ubaldi ottenuto con la solita perentoria volata ai danni di diretti avversari per la classifica finale e al 27° posto di un volitivo Federico Orlando, valgono il 5° posto a squadre che ipoteca la possibilità di accedere ai campionati italiani di cross del prossimo marzo, a Nove (Vi). Prossimo appuntamento per il secondo cross regionale a Paliano, dove si giocheranno le carte migliori per la qualificazione.

Per gli Allievi (97-98) doppio giro ampio del comprensorio agricolo con la misura complessiva di 5km: la 17^ posizione di un tenace Davide Galeani, e l’ottima prova dei suoi compagni di squadra Valerio Stefanini, Antonio Giordano, Matteo Marino e Lorenzo Patane’ portano la squadra al 6° posto ad appena 8 punti dalla qualificazione che viene quindi rimandata alla prova di Paliano.

Nelle gare giovanili, i primi a saggiare il percorso agreste sono stati gli atleti della categoria dei ragazzi sulla distanza di 1500m e delle ragazze sui 1000m. Buone e convincenti le prove nonostante il passaggio dalla categoria esordienti e il raddoppio della distanza per Gabriele Romiti, Filippo Masoni, Luca Di Gruso ed Enrico e Francesco Dandolo, Chiara Pantano ed Elisa Giordano.

A seguire un nugolo di bambini si cimenta sul giro corto da 400metri: Leonardo Dolci, Matteo Bonamano, Simone Galeani, Michele Vitali, Myriam Tofi e Gemma Pantano.

Per il doppio giro da 800metri, gli esordienti 2003-2004: Caterina Riccetti, Lorenzo San Martin, Luca Sartorelli, Stefano Braccini, Riccardo Vitali, Emanuele Baracco e Lorenzo Recchiuti.

Allenatori molto soddisfatti dell’approccio agonistico dei piccoli che gestiscono la gara dallo start al traguardo, imparando a dosare le proprie forze e risorse per portare la gara alla conclusione.

Nella categoria cadette sui 2000m, veramente convincente la prova di Sofia Spadaro che seppur stretta dalle avversarie nella parte iniziale, mantiene un passo regolare per poi progredire e passare alla rimonta nella seconda metà della gara, nella salita finale guadagna ancora posizioni tagliando il traguardo in 13^posizione.

Nella stessa giornata, sul morbido rivestimento del nuovissimo impianto indoor di Padova, inaugurazione di lusso con record di partecipazioni.

Non poteva mancare nei 1500metri Paola Tiselli che, sulla scia delle agguerrite avversarie conquista un ottimo 6° posto assoluto e, con 4’44”91, migliora ancora di qualche centesimo il suo personale stagionale che vale anche come nuovo record italiano di categoria SF40, fresco della settimana scorsa. Ancora per lei 800m in 2’18”82, all’esordio stagionale sulla distanza e ottimo 2’19”90 per il marito e coach Roberto Di Luzio.

Ancora indoor ma nel romano impianto di Casal del Marmo, per il meeting regionale. Andrea Flaccavento fa salire ancora l’asticella del salto in alto e con 1,76 (nuovo personale) si piazza in seconda posizione dietro l’atleta viterbese Schertel.

Commenti

commenti