Asl Roma 4: oggi il Re-Training Day

23 ottobre 2018

Si svolge oggi a Civitavecchia un incontro educativo rivolto alle persone in dialisi peritoneale e ai loro partner.
L’incontro è stato organizzato dalla UOC Nefrologia e Dialisi –Servizio di Dialisi Peritoneale e vedrà presenti come relatori il Dott. Ansali, responsabile del servizio Dialisi peritoneale, la dottoressa Annalisa Cecilia della nefrologia, la dottoressa Rosa Sicoli che si occupa dei pazienti in attesa o trapiantati, l’infermiera professionale Bonini. Presenti all’incontro insieme al Direttore generale, il primario ff. Marrocco e il Dott. Triolo. La malattia renale, in ogni sua fase, è una condizione che, per essere controllata e stabilizzata, richiede la partecipazione attiva del paziente e/o del suo partner nei confronti della cura. Per essere in grado di gestire la malattia, prendersi cura di sé, e collaborare al meglio con il personale di assistenza, il paziente, il partner e le persone per lui significative, necessitano di interventi educativi mirati alla comprensione del trattamento, attraverso fasi di apprendimento costanti e ripetute nel tempo.
Il corso è rivolto a tutti i pazienti che eseguono da tempo la dialisi peritoneale a domicilio e ai loro familiari e/o partner.
Con l’aiuto dei medici, degli infermieri e degli specialisti del Centro di Dialisi Peritoneale, verranno affrontate alcune delle tematiche che caratterizzano la malattia renale e la dialisi peritoneale. Si discuterà dell’igiene e della prevenzione delle infezioni, del comportamento alimentare e l’importanza dell’esercizio fisico. Si sono fornite questa mattina, anche importanti indicazioni pratiche su come affrontare ogni giorno l’esperienza della malattia, con riferimenti alla capacità di convivere con la dialisi e alle problematiche sociali. Il corso è interattivo e partico. ER’ intervenuto il dott. Costanzi dell’associazionie Malati di Reni, che ha fornito ai pazienti delle indicazioni di natura pratica.
Alcuni pazienti sono intervenuti per testimoniare sulla loro esperienza. Nel pomeriggio interverrà un paziente trapiantato per testimoniare circa la sua diretta esperienza di vita. Il direttore generale della Asl Roma 4, Giuseppe Quintavalle, ha sottolineato l’importanza del servizio di dialisi territoriale che interviene nella malattia che rientra nel quadro della cronicità a cui si darà sempre più rilievo ed importanza per migliorare le aspettative e la qualità di vita dei pazienti.

Commenti

commenti