aslrmf

Asl Rm F, arriva il “Doctor Plus”

20 febbraio 2014

Anche alla Asl Roma F sarà disponibile a breve il servizio “Doctor Plus”, un progetto di telemedicina coordinato dal dottor Mauro Mocci, medico di medicina generale e rappresentante della Federazione Italiana Medici Medicina Generale.L’iniziativa è stata presentata ieri sera presso l’Hotel San Giorgio, dove sono intervenuti, oltre al dottor Mocci, anche il Direttore Generale della Asl, Giuseppe Quintavalle, il Direttore Sanitario Aziendale dottor. Antonio Carbone ed il Responsabile della Diabetologia dottor Graziano Santantonio. “Questo progetto – ha introdotto il dottor Quintavalle – è rivolto a pazienti affetti da malattie croniche che hanno bisogno di monitoraggio continuo e in particolare a coloro che sono affetti da patologia diabetica, e si allinea perfettamente alle caratteristiche geografiche della nostra Asl, con ben 28 comuni di riferimento disseminati su un vastissimo territorio e che in molti casi non hanno vicino strutture ambulatoriali o di primo intervento.” Si tratta in sintesi di un’adesione personale all’iniziativa a cui seguirà la consegna di un kit di devices per la misurazione della glicemia, del colesterolo, del peso corporeo e della pressione arteriosa, tutti collegati via bluetooth ad un HUB che di continuo invia i dati per via telematica al un database centrale dedicato. Una centrale di rilevazione attiva 12 ore al giorno acquisisce ed analizza i dati raccolti ed, in caso di scostamenti significativi dei valori di riferimento, contatta in tempo reale l’utente per approfondimenti diagnostici, od in casi particolarmente critici, il medico di base al quale l’utente si riferisce. In tal modo, si crea una rete telematica efficiente e funzionale che vede interagire il Sistema Sanitario Nazionale, il medico di famiglia, ed i pazienti, che possono essere tenuti sotto osservazione direttamente dalla propria abitazione. Questa metodica innovativa si rivela particolarmente efficace nella patologia diabetica, migliorando la qualità della vita del paziente, riducendo i ricoveri impropri e la permanenza in ospedale, rallentando il decorso della patologia e prevenendo le complicanze della stessa. Inoltre, l’efficacia si riscontra anche nell’aderenza alla terapia, grazie ad un monitoraggio continuo ed agli avvisi inviati agli utenti per l’assunzione in orario dei farmaci, aspetto questo da non sottovalutare, soprattutto per la prevenzione delle patologie secondarie, quali retinopatie, nefropatie, piede diabetico, necrosi agli arti inferiori etc. È fondamentale, oggi, in tema di spending review, ottimizzare le risorse in ambito sanitario e coinvolgere quanto più possibile i Medici di Medicina Generale nella presa in carico del paziente, creando una rete: il Progetto Doctor Plus, che progressivamente sarà esteso a tutti i 28 comuni della Asl, si colloca ad hoc in questo ambito, mettendo al primo posto la salute e la qualità della vita del paziente.

Commenti

commenti