Arrestata la volontaria piromane

22 Giugno 2014

E’ stata arrestata la volontaria della Protezione Civile colta in flagranza di reato mentre dava alle fiamme una vasta area verde nei pressi dello stadio comunale di Santa Marinella. La donna, una santamarinellese di 48 anni, era tenuta d’occhio dai Carabinieri da circa venti giorni. I militari, allertati dagli stessi colleghi della donna, si erano insospettiti per alcuni incendi divampati nei giorni scorsi, che erano chiaramente dolosi e si erano sviluppati tutti a distanza ravvicinata dalla sede dell’associazione e sempre quando la donna era di turno. Indizi che hanno fatto scattare le indagini delle fiamme d’argento con l’ausilio dello stesso presidente della Protezione Civile, che ha permesso di cogliere la volontaria in flagranza di reato. Poco prima delle 15 di ieri pomeriggio, infatti, all’arrivo della donna in sede per l’avvio del turno, il massimo responsabile ha finto di allontanarsi in auto, per poi tornare indietro a piedi ed appostarsi a pochi passi dalla sede. Credendosi sola, la 48enne è uscita, ha percorso qualche centinaio di metri e, con un accendino, ha dato alle fiamme alcune sterpaglie nei pressi del campo sportivo. Il fuoco, favorito dal vento, si è propagato rapidamente ed è stato necessario l’intervento dei Vigili del Fuoco di Civitavecchia e di un’autobotte di Cerveteri. Il presidente, dopo aver assistito a tutta la scena, ha allertato i Carabinieri. Giunti sul posto, gli uomini delle fiamme d’argento hanno arrestato in flagranza di reato la donna con l’accusa di incendio doloso e l’hanno portata al carcere di Borgata Aurelia. La volontaria sarà interrogata nelle prossime ore dal Sostituto Procuratore per la convalida dell’arresto.

Commenti

commenti