centraletvn

Alessandro Manuedda (M5S): “Riesame dell’AIA per Tvn”

17 Giu 2014

È stato uno dei temi della campagna elettorale e sarà uno dei primi temi che affronterà la nuova amministrazione comunale. Parliamo della tanto discussa Autorizzazione Integrata Ambientale per la centrale Enel di Torrevaldaliga Nord, che Alessandro Manuedda vuole ridiscutere. L’assessore all’Ambiente e alle Politiche del Territorio è intenzionato a chiedere al Ministero dell’Ambiente se è possibile attivare il riesame dell’autorizzazione.
“Per quanto riguarda l’Aia di Tvn – afferma Manuedda – andremo ad analizzare quelle che sono state delle anomalie nel rilascio dell’autorizzazione e le rappresenteremo in prima istanza al Ministero dell’Ambiente, chiedendo se è possibile attivare il riesame dell’autorizzazione”.
Un altro tema legato all’ambiente che continua a far discutere è quello dell’inquinamento provocato dal porto. Da alcuni giorni sui social network sono iniziate a circolare le foto che ormai si ripetono da alcune estate, quelle delle navi che sprigionano nuvole di fumo nero. “Ci sono iniziative che intendiamo portare avanti di concerto con la Regione Lazio – spiega Manuedda – anche se sono di sua competenza nell’ambito del piano qualità regionale dell’aria. Si possono inserire misure specifiche per le città sedi di porto e noi vorremmo inserire delle prescrizioni specifiche, come rilevamento ai camini delle navi, i filtri per le navi, avviando parallelamente un accertamento con il Ministero dell’Ambiente sui tempi di attuazione delle famose prescrizioni, come le banchine elettrificate ed i mezzi elettrici in porto. È un lavoro da iniziare – afferma l’assessore – segnaleremo gli episodi di fumosità, per far si che anche da parte degli armatori ci sia una presa di coscienza del problema”. Tra i primi impegni dell’assessorato all’Ambiente e alle Politiche del Territorio c’è anche la raccolta differenziata. “Andremo in Provincia per capire la modalità di erogazione del finanziamento, che è stanziato”, spiega Manuedda, con l’amministrazione che punta a coinvolgere tutta la città nel processo dellat raccolta porta a porta. Tante questioni da affrontare, dunque, ed anche per questo motivo l’assessore vuole avere una squadra efficiente. “Bisognerà pianificare gli interventi e cercare di ricostituire l’ufficio del Comune che in questi anni è stato ridimensionato nell’organico – dichiara Manuedda – vogliamo avviare un lavoro che duri cinque anni e quindi abbiamo intenzione di valorizzare le competenze”.

Commenti

commenti