Alessandra Branco (Lista Tidei): “Casette di legno, occorrono case vere non baracche”

24 marzo 2014

La candidata al consiglio comunale per la Lista Tidei, Alessandra Branco, interviene sulla vicenda delle casette di legno. Dichiara la Branco: “Si trattò, all’epoca, di un goffo tentativo, ad uso bassamente promozionale, di fare del welfare “fatto in casa”, senza criterio e molto lontano dal concetto di social housing. Oggi il risultato di quella improvvisazione è sotto gli occhi di tutti.” Prosegue Alessandra Branco: “Ho accompagnato, venerdì scorso, Pietro Tidei in visita alle casette di legno. Un incontro fortemente voluto dai residenti e da me organizzato. Abbiamo trovato una situazione di grave degrado, perché le strutture in legno non erano adatte a sopravvivere per tanto tempo, cui faceva da contraltare l’estrema dignità delle famiglie residenti”. Conclude la Branco: “Di fronte agli abitanti delle casette io e Pietro Tidei abbiamo preso un impegno: nessuno sarà mandato via ed anzi si cercherà di dare migliori condizioni di vita a tutti. C’è stato, da parte nostra anche un secondo impegno: non ci sarà mai più un welfare improvvisato, mai più baracche, bensì case all’altezza della dignità dei cittadini di Civitavecchia. Personalmente, sia in caso di elezione che non, lavorerò sempre per assicurare, ai nostri concittadini, un adeguato standard di qualità della vita”. 

Commenti

commenti