A Tolfa commemorazione per i Martiri delle Foibe

11 febbraio 2014

Nonostante la pioggia battente ieri  mattina si è svolta a Tolfa la commemorazione della  ‘‘Giornata del Ricordo dei Martiri delle Foibe’’ organizzata e coordinata dal Delegato Stefanini Antonio e dal sindaco Luigi Landi. La commemorazione si è svolta in due fasi, la prima con la deposizione di una corona e il cambio della bandiera, benedetta dal parroco don Giovanni Demeterca con gli interventi del sindaco Luigi Landi, del delegato Antonio Stefanini, del colonnello dell’Esercito Italiano  Roberto Pintus al cospetto di una folta rappresentanza di cittadini, alla presenza delle forze dell’ordine  e di un esule della citta di Fiume che ha portato la sua testimonianza. Subito dopo si è svolto il secondo momento all’interno della scuola primaria di secondo grado dove i ragazzi delle terze medie e degli alunni delle IV e V della scuola primaria hanno letto delle poesie e dei testi scritti per l’occasione,  inoltre è stato possibile relazionarsi con l’esule fiumano Enrico Casarin che prima ha raccontato la sua storia e poi ha risposto alle domande dei ragazzi, che come riconoscimento gli hanno donato una targa commemorativa. “La presenza delle scuole quest’oggi  – ha sottolineato Antonio Stefanini che ringrazia le Maestre e le Professoresse –  è molto importante, perché soprattutto i giovani devono conoscere pienamente il significato del 10 febbraio e devono essere a conoscenza dei massacri, delle persecuzioni e delle discriminazioni subite da persone che non avevano altra colpa se non quella di essere italiane, sottaciuto per troppo tempo”. Il sindaco Luigi Landi ha evidenziato che “questa celebrazione restituisce la memoria alle vittime di questa orrenda pagina della storia italiana dopo oltre 50 anni di silenzio e che tutte le tragedie di una Nazione devono essere memoria condivisa e momento di unità, per ritrovare quei sentimenti di appartenenza che fanno di un popolo, una Patria”.

Commenti

commenti