45 chili di sigarette di contrabbando sequestrate in porto

25 marzo 2014

Il porto di Civitavecchia, e in particolare le tratte per la Spagna e il nord Africa, continua ad essere utilizzato per lo sviluppo di traffici poco illeciti. Dopo il tragico rinvenimento a bordo della nave proveniente da Barcellona di un giovane di colore che aveva la pancia piena di ovuli di cocaina, questa volta è toccato ad un traghetto proveniente dalla Tunisia, nel quale, in tre distinte operazioni, sono stati rinvenuti oltre 2.200 pacchetti di sigarette. Il quantitativo, per complessivi 45 chilogrammi, è stato rinvenuto dai funzionari dell’Ufficio delle Dogane di Civitavecchia nel corso dei controlli ai passeggeri effettuati in collaborazione coi militari della Guardia di Finanza. I tabacchi, ritrovati a bordo di autovetture condotte da cittadini tunisini, erano nascosti all’interno del serbatoio, del cruscotto, sotto i sedili, nello schienale reclinabile, sotto la tappezzeria del tetto, nei pannelli e nella guarnizione del cofano motore. I responsabili sono stati denunciati per contrabbando all’Autorità Giudiziaria e le autovetture sono state posto sotto sequestro.

Commenti

commenti